La protezione aurica


         Crea uno scudo. Visualizza intorno a te una bolla di luce bianca ed amorevole che ti avvolge. Questo campo di protezione può respingere i pensieri ed i sentimenti negativi, così come altri attacchi psichici a te rivolti, impedendo ai vampiri energetici di estrarti energia
·         Taglia il cordone. Invisibili cordoni energetici possono tenerti legato ad altre persone, ad altri posti, o ad oggetti e a situazioni. Mentre i cordoni positivi di amore non possono mai essere spezzati, i cordoni eterici basati sulla paura possono essere tagliati per prevenire ulteriori perdite e deflussi di energia. Chiedi l'intervento dell'Arcangelo Michael perché usi la sua spada per tagliare i cordoni negativi, oppure visualizza un raggio laser proveniente da un cristallo mentre li recide.
·         Chiedi il supporto degli angeli. Chiama in tuo aiuto gli angeli; sono sempre disponibili ad assisterti, ma devono essere invitati per poter intervenire. Rivolgiti all'Arcangelo Michael per tagliare i cordoni negativi, all'Arcangelo Raphael per colmare i vuoti energetici con la luce verde di guarigione e all'Archangelo Metatron per pulire i chakra.

Il “nemico mortale” dell’aura è il nervosismo e chiunque lo può intuire se considera che, per esempio, le persone tese e irritabili sono affette, col tempo, da gravi squilibri. Lo stato di insoddisfazione e accresciuta impulsività, così come tutti gli altri stati negativi che manifestiamo spesso (paura, odio, gelosia, ribellione), colpiscono l’aura dall’interno, creando dei “buchi” attraverso i quali possono entrare in ogni momento le energie o i pensieri negativi generati da altri esseri umani incoscienti oppure da forme pensiero provenienti dai piani bassi della manifestazione.
(…)
Il “nemico mortale” dell’aura è il nervosismo e chiunque lo può intuire se considera che, per esempio, le persone tese e irritabili sono affette, col tempo, da gravi squilibri. Lo stato di insoddisfazione e accresciuta impulsività, così come tutti gli altri stati negativi che manifestiamo spesso (paura, odio, gelosia, ribellione), colpiscono l’aura dall’interno, creando dei “buchi” attraverso i quali possono entrare in ogni momento le energie o i pensieri negativi generati da altri esseri umani incoscienti oppure da forme pensiero provenienti dai piani bassi della manifestazione.
(…)
Le persone lanciano, con i loro pensieri negativi, frecce avvelenate. Ecco perché, con cognizione di causa, i millenari insegnamenti yoga avvertono del pericolo dei pensieri meschini, inferiori, che “intossicano” lo spazio e creano focolai di epidemie psichiche e mentali, ma anche dell’egoismo, che aggiunge giorno dopo giorno un veleno mortale all’aura malata del nostro pianeta.
Abbiamo una responsabilità enorme per ogni pensiero da noi emesso, poiché un pensiero negativo generato da un essere può essere captato mentalmente da qualcun altro che reagirà in modo irresponsabile, diventando la vittima alla cui sofferenza abbiamo contribuito anche noi. Sosteniamo, senza rischio di errore, che il numero dei crimini invisibili è infinitamente più grande del numero di quelli del mondo fisico. Per ignoranza, odio o paura, le persone lanciano, tramite i loro pensieri, frecce avvelenate il cui potere è talvolta abbastanza forte. Noi possiamo interferire ogni volta con questo fenomeno attraverso il nostro stato disarmonico, favorendo la comparsa, nella nostra aura, delle crepe di cui abbiamo parlato prima.
Inoltre, il veleno dell’odio e del nervosismo, della sofferenza e della tristezza, delle passioni inferiori “si depone” sugli oggetti che ci circondano, sui muri degli edifici, sugli oggetti personali. Tutti coloro che, in più, vengono in contatto con questi oggetti saranno influenzati chi più chi meno, in funzione della qualità e dello stato della loro aura.
Sicuramente, tutte queste rivelazioni sul campo energetico, che esiste non soltanto intorno al nostro corpo fisico, ma che accompagna ogni manifestazione dell’Universo, provano –se è necessario dirlo- che dobbiamo sapere come proteggerci. È quindi evidente che abbiamo bisogno di una protezione aurica, che ci aiuterà ad evitare un’interferenza con queste vibrazioni che impregnano i luoghi che frequentiamo.