Il sistema Immunitario: aumentiamo le difese

Il sistema immunitario rappresenta per il nostro organismo un vero e proprio apparato difensivo, indispensabile per la protezione dalle sostanze estranee nocive (antigeni).
Gli antigeni sono di solito microorganismi quali batteri, funghi, protozoi e virus.Le cellule immunitarie più importanti sono i linfociti.
Spinaci, meglio crudi. Gli spinaci contengono anche ferro ma in forma poco disponibile 
per cui è consigliabile mangiarli crudi e condirli sempre con succo di limone, perché la vitamina C (sia quella contenuta naturalmente, che con la cottura andrebbe persa, sia 
quella degli agrumi) ne favorisce l'assimilazione.


 Esistono due classi particolari di linfociti:


  •  i linfociti B, che si sviluppano nel midollo osseo,
  •   i linfociti T, che maturano nel timo, un organo situato nel torace dietro lo sterno.
 Il sistema immunitario è costituito da un complesso insieme di cellule e
 organi altamente specializzati che cooperano, ciascuno con un ruolo ben determinato, alla difesa dell'organismo dalle infezioni.


Germe di grano

Un recente studio ha dimostrato che la vitamina E di cui è ricchissimo rallenta il declino delle difese immunitarie e induce una migliore risposta alla vaccinazione. 
Si può consumare in grani, da aggiungere alle insalate, ai cereali della colazione, 
alle pietanze in genere, ma anche sotto forma di olio.
         
Aglio

L'aglio è un alimento considerato in grado di rafforzare le difese immunitarie stimolando la moltiplicazione delle cellule che si occupano di combattere le infezioni. Tali caratteristiche sono attribuite all'aglio per via del suo contenuto di allicina e di solfuro. L'aglio sarebbe inoltre in grado di aiutare l'organismo ad espellere tossine e cellule cancerogene, oltre che di proteggere il cuore prevenendo la formazione di placche nelle arterie.

Ginseng

Oltre che come tonico generale per il corpo e per la mente, il ginseng veniva utilizzato soprattutto nella cura degli stati febbrili. Ora ne vengono effettuati anche altri utilizzi, in particolare in caso di affaticamento e difficoltà di concentrazione.
 E' interessante conoscere il significato del nome ginseng, che lega due termini come gin ( uomo, umano) e seng ( radice ).

Proprietà e benefici

Il ginseng contiene 12 tipi di sostanze chimiche bioattive, una delle quali è considerata in grado di diminuire i livelli della glicemia e di migliorare gli effetti dell'insulina. 
Il ginseng presenta inoltre proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, antidepressive e afrodisiache.
E' in grado di diminuire i livelli di colesterolo nel sangue e ha effetti positivi sulla circolazione sanguigna, sulla memoria e sulla concentrazione.  considerato inoltre in grado di migliorare
 la funzionalità polmonare.
Può essere utile per rivitalizzare un fisico debilitato e per ridurre il senso di stanchezza e la capacità di resistere alla fatica, in quanto il ginseng può stimolare la produzione di adrenalina.
Per questo motivo, l'assunzione di ginseng è spesso raccomandata a coloro che devono sostenere ingenti sforzi fisici. E' inoltre raccomandato nei periodi di convalescenza, poichè stimola il processo di guarigione.   E' inoltre importante conoscere le proprietà nutritive del ginseng che possono essere utili a tutti, indipendentemente dall'età. Poiché stimola il funzionamento delle ghiandole endocrine, il ginseng accresce l'assorbimento delle vitamine e dei sali minerali. Inoltre è in grado di aiutare l'organismo ad adattarsi a condizioni esterne sfavorevoli, come il freddo, lo stress e la malnutrizione. La quantità di componenti attivi presenti nelle radici aumenta con il passare del tempo, tanto che si ritiene che il gingseng sia da considerarsi pienamente maturo quando la pianta raggiunge un'età  di sei anni.         

                                                 
I cereali integrali

                                                                                                                           
Mangiare abitualmente cereali integrali a colazione e pane ottenuto da farine grezze miste garantisce un apporto ottimale di vitamina B6, indispensabile per il processo di riconoscimento di virus o batteri penetrati nell'organismo da parte di specifiche cellule immunitarie.
50 grammi di cereali integrali forniscono 1.3 mg di vitamina B6 ovvero più del 100% della dose giornaliera raccomandata.

Semi oleosi

La nostra dieta andrebbe arricchita, specialmente in autunno e in inverno, con i semi oleosi,
 in particolare noci, nocciole e pistacchi.
Contengono rame e selenio che rinforzano le difese e hanno anche un effetto stimolante a livello cerebrale.
La mattina o a metà pomeriggio mangia uno yogurt naturale con un cucchiaio di semi oleosi macinati o frullati: 2 noci, 5 nocciole, e qualche pistacchio.

Grana o Parmigiano 
È una delle migliori fonti proteiche, ma anche un concentrato speciale di vitamine e minerali:
 in soli 50 grammi di prodotto ci sono ben 17 grammi di proteine (il 30% di quelle necessarie giornalmente a una donna) e buone quantità di calcio, ferro, vitamina A e vitamine del gruppo B.

Melatonina

La melatonina ha un ruolo attivo nell'immunità naturale, che ne verrebbe sostenuta e particolarmente esaltata soprattutto in corso di attivazione del sistema immunitario da parte 

di agenti neoplastici o infettivi. L'azione immunitaria si svolgerebbe prevalentemente in forma indiretta sui linfociti e monociti attraverso l'induzione e la modulazione delle citochine IL2, IL3, IL12, e sull'attivazione dei linfociti. A causa della sua azione stimolante sulle cellule dotate
 della capacità di potenziare l'immunità, la melatonina può, insieme con altri suoi meccanismi d'azione,esercitare un'azione inibente sulla crescita del tumore, e di altre patologie come l'ulcera gastrica, le malattie immunitarie, i processi neurovegetativi, il danno ossidativo e l'incremento di radicali liberi da radiazioni ionizzanti. 
La melatonina è stata definita "darkness hormone", ormone del buio, perchè prodotta soprattutto in assenza di luce. Per le sue fisiologiche funzioni coordina i ritmi circandiani,
 come la fame, la sete, le variazioni della pressione arteriosa, della temperatura corporea, dell'alternarsi sonno-veglia, del tono e dei movimenti della muscolatura liscia, degli organi dell'appatato digerente: stomaco, tenue e colon, dell'apparato urinario e dell'attività 
secretoria delle ghiandole sierose, mucose e miste localizzate negli epiteli aerodigestivi. 

 Fattori che fanno diminuire le difese

       L’eccesso di stress e di ansia è molto pericoloso per il corretto funzionamento delle difese del nostro corpo.
L’elettromagnetismo  prodotto dagli apparecchi domestici elettrici, dai fili dell’alta tensione, dai ripetitori, dai computer, cellulari, televisioni ecc provoca a lungo andare delle interferenze al nostro normale magnetismo provocando un indebolimento del sistema immunitario in toto .
Fumo, droghe, tossine e metalli pesanti (inquinamento) non smetterò mai di ripeterlo,indeboliscono moltissimo le
 difese aeree, andando a compromettere il corretto funzionamento dei polmoni, 
arrivando fino al livello di bronchi e bronchioli. 
La causa più importante però, è ogni giorno sempre più l’alimentazione scorretta 
 che provoca infiammazioni e impedisce il corretto lavoro delle nostre difese immunitarie, specialmente a livello intestinale. Inoltre è scoperta di pochi mesi fa che l’alimentazione e l’elettromagnetismo andrebbero a condizionare il genoma umano con la possibilità di modificare il dna anche delle generazioni future (pensateci bene prima di mangiare le merendine..).
Le soluzioni a primo acchito sono semplici, ma non sempre e da tutti attuabili:
contro l’elettromagnetismo la regola di base è cercare di rimanere il più lontano possibile da apparecchi che ne emettano quantità significative, cosa non facile per manager o informatici,ma anche per chi 
vuole seguire programmi in televisione o ha parenti e amori lontani:
 in questi casi esistono rimedi molto buoni con la graffite e la cristalloterapia, capacidi assorbire queste onde elettromagnetiche al posto nostro e prevenendo l’eccessivo assorbimento da parte del nostro corpo.
Seguire un’alimentazione generalmente corretta è una cosa meravigliosa per il nostro organismo e per la prevenzione da molte malattie, ma purtroppo la mente della gente è tutti i giorni 
fuorviata dalla pubblicità e da un senso di invulnerabilità che li porta a ignorare anche le più semplici regole. 
Aggiungendoci poi tutte quelle persone che non hanno voglia, tempo e possibilità di mangiare sano giorno dopo giorno, in genere per problemi di lavoro, il cerchiodelle persone potenzialmente sane 
si restringe molto.Ricordo che una alimentazione scorretta è la causa primaria della produzione di radicali liberi, insieme allo stress.
Proprio lo stress è il problema maggiore e più difficile da eliminare dal corpo in quanto non tutti possono permettersi
un cambio di lavoro, un’attività fisica corretta, una buona alimentazione varia; in questi casi finisce per risentirne tutto l’organismo mandando in tilt il sistema immunitario e in disequilibrio il corpo e gli organi.Per le persone che non riescono o non possono intraprendere un viaggio di cambiamentoesistono trattamenti e terapie come la riflessologia plantare che, basandosi sulla medicina tradizionale cinese riescono a riequilibrare  l’organismo, andando a tamponare la produzione
 di radicali liberi e a rimettere in sesto il corpo.Questi trattamenti non hanno controindicazioni, non sono invasivi e nella maggior parte dei casi molto piacevoli e rilassanti (immaginate un bel massaggio ai piedi eseguito da un professionista).